Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 22 luglio 2018

ROBOTICA.Bye bye tassisti e camionisti

Immagine correlata



Google car.Per nove decimi è una Prius azzurrina,l'auto ibrida della Toyota.Sul tettuccio però monta una specie di alettone su cui è fissato un cilindro che sembra una sirena, ma in realtà è un Lidar,un sensore rotante che osserva in tutte le direzioni nel raggio di 60 metri e restituisce al pannello di controllo una mappa tridimensionale dei paraggi.Gli altri optional che la rendono speciale sono i suoi "occhi" ,una telecamera piazzata vicino allo specchietto retrovisore che riconosce i semafori e ogni oggetto in movimento che possa pararsi davanti quindi quattro sensori di distanza, tre sui paraurti anteriori e uno su quello di dietro,che misurano le distanze con eventuali oggetti e consentono alla vettura di ridurre la velocità per evitare la collisione.E infine,dentro la ruota a sinistra,uno stimatore di posizione che serve per determinare gli spostamenti laterali e posizionare l'auto sulla mappa di Google secondo cui coordinate si sposta.Sulla fiancata c'è il logo di Google  così come il paraurti posteriore,con tanto di scritta self-driving car.L'ultimo dettaglio,decisivo, è che in forza di tutta questa strumentalizzazione la persona al posto del guidatore non ha le mani sul volante.Si fa i fatti suoi.E' li perchè è un collaudatore e intervenire solo se qualcosa va storto.
Almeno dal settembre 2014,da quando la motorizzazione civile locale ha datto il permesso per la prova su strada che, in stati con vie più deserte tipo il Nevada,era partita addirittura tre anni prima.In totale dunque queste vetture hanno già viaggiato per oltre un milione e mezzo di km.Con solo undici lievi incidenti stando alla versione Google (BBC ne ha contati 48, compresi quelli di Delphi,un'altra azienda che sta testando auto simili),perlopiù tamponamenti incolpevoli.Insomma,a sbagliare non è stato l'algoritmo,ma l'essere umano a bordo di altre vetture.Da tempo,parlo di anni, provo a convincere varie etnie di uffici stampa di Mountain View a farmi salire a bordo.Per gli italiani, circa un anno fa,era sembrato possibile.Poi gli omologhi americani li hanno stoppati,senza spiegare perchè.

I ROBOT CAMION

Notazione sui camion del futuro prossimo.Quelli autorizzati consentiranno i truck platoons,ovvero dei convogli di mezzi a pochi metri di distanza l'uno dall'altro.Per una serie  di ragioni aereodinamiche ,chi sta nella scia risparmia un bel pò di benzina (le stime variano tra il 7 e il 20-30% di cui parla il Rocky Mountain Institute).Oggi non si fa perchè la coordinazione richiesta per mantenere costante la distanza di sicurezza è pretenaturale.Basta che il primo della fila rallenti un po  ed ecco apparecchiato  un tamponamento leggendario.Ma se questi convogli avranno un pilota umano in testa e dei piloti automatici a seguire che mimeranno esattamente i suoi comandi,già da domani,potremmo licenziare la metà dei piloti,se volessimo fermarci a convogli brevi,le due vetture.Per poi ridurli ulteriormente quando le processioni si faranno piu lunghe.La loro scomparsa però non è neutra.I lavori esternalizzati in Cina hanno cambiato la fisionomia sia dei Paesi mittenti  che destinatari lasciando avvizzire quelli colpiti dall'emoraggia.Basta introdurre una nuova autostrada per condannare a un futuro da città fantasma posti che una volta sono state vittime non volute di una nuova urbanizzazione.L'era dei robot camion sta per iniziare e non passerà senza conseguenze sui luoghi e le persone.Già saperlo è un primo passo per attrezzarsi.

Nessun commento:

Posta un commento