Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 22 gennaio 2021

LADY MASTELLA:"La relazione di via Arenula non va bene"


 intervista di Niccolò Carratelli

Va bene la responsabilità, la stima nei confronti di Conte, la volontà di evitare l'esplosione della crisi. Ma, quando si parla di giustizia, prescrizione, durata dei processi, Sandra Lonardo Mastella non sente ragioni. «Sono temi troppo importanti, su cui sono molto sensibile», spiega la senatrice ex Forza Italia, ora al Misto, convinta sostenitrice dell'operazione di allargamento della maggioranza. 

Fa riferimento all'inchiesta che travolse lei e il marito Clemente nel 2008 (provocando la caduta del governo Prodi) e alla sentenza di assoluzione arrivata a fine 2017, quasi 10 anni dopo. Quindi sulla giustizia si tiene le mani libere? 

«Aspetto di leggere la relazione del ministro Bonafede, ma posso dirle che ho molte perplessità sulle politiche portate avanti finora, a cominciare dalla riforma della prescrizione». 

Sembra il preludio a un voto contrario o a un'astensione, che è poi la scelta suggerita da suo marito... 

«Deciderò al momento opportuno, devo capire se c'è la volontà di arrivare subito a una proposta, che diventi legge, per accorciare davvero i tempi della giustizia. Mi aspetto un impegno preciso, non da Bonafede, ma da Conte, che deve farsi garante di questo obiettivo. È una questione che mi sta a cuore, per quello che ho sofferto e per tutti i cittadini che hanno provato sulla loro pelle gli effetti della malagiustizia». 

Davvero potrebbe far mancare il suo voto in un passaggio così delicato? 

«Guardi, comprendo il momento difficile e vedo bene la strumentalizzazione politica che si sta facendo di questo appuntamento. Se fosse stato un voto di fiducia al governo non avrei avuto dubbi, ma sulla giustizia entrano in gioco valutazioni personali che non posso ignorare». 

Anche i senatori di FI aspiranti "costruttori" hanno lo stesso dilemma? 

«Non lo so, certo non è una decisione facile. Ma non sono l'unica ad aver lasciato Forza Italia e c'è un evidente disagio da parte di molti per questo appiattimento sulla destra sovranista». 

Però l'allargamento non sembra decollato. Avete fatto male i conti? 

«Io so quello che leggo sui giornali, non me ne sto occupando direttamente. Ma resto convinta che, creando le giuste condizioni, il rafforzamento della maggioranza sia possibile in tempi brevi».

Nessun commento:

Posta un commento