Anglotedesco

Anglotedesco

sabato 9 gennaio 2021

Morto l'agente ferito negli scontri

 



È un agente della polizia del Congresso la quinta persona ad aver perso la vita in seguito alla rivolta che ha portato all'occupazione del Capitol Building da parte dei sostenitori di Donald Trump. Brian Sicknick stava «rispondendo alle rivolte di mercoledì 6 gennaio al Campidoglio ed è stato ferito mentre si opponeva fisicamente ai manifestanti - si legge in una nota -. Tornato in caserma è svenuto, quindi è stato trasportato in ospedale dove è morto in seguito alle ferite». Sul decesso è stata aperta un'indagine federale da parte della procura di Washington D. C. Originario di South River, nel New Jersey, Sicknick faceva parte della polizia di Capitol Hill dal 2008. «Sin da piccolo voleva essere un agente - ha detto il fratello Ken -. Brian è un eroe e questo è ciò che vorremmo che la gente ricordasse». Sicknick, 42 anni, di recente aveva preso servizio nell'unità di pronto soccorso del dipartimento. In precedenza, era stato nella Guardia Nazionale Aerea del New Jersey. È stato schierato in Arabia Saudita nel 1999 a sostegno dell'operazione Southern Watch, e in Kirghizistan nel 2003 a sostegno dell'operazione Enduring Freedom, la guerra in Iraq. È stato congedato con onore nel 2003. «L'impegno del sergente Sicknick per servire e proteggere comunità, stato e nazione non sarà mai dimenticato», è il messaggio inviato dai vertici della Guardia Nazionale del New Jersey. Il presidente eletto Joe Biden ha inviato la sua «profonda solidarietà» alla famiglia dell'agente. 

Nessun commento:

Posta un commento