Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 21 gennaio 2021

O PATRIA MIA, COME CADESTI O QUANDO, DA TANTA ALTEZZA IN COSÌ BASSO LOCO? (di Piero Sansonetti)

 


da IL RIFORMISTA del 21 gennaio 2021

Zingaretti, il segretario del Pd, ha detto che col voto di martedì sera l’Italia ha evitato il salto nel buio. Zingaretti non si era accorto che l’Italia è al buio da molto tempo. Buio pesto. Il governo non è all’altezza, non è all'altezza il premier, non lo sono moltissimi ministri, non c’è un programma politico, non esiste una strategia per il covid, non c’è più la maggioranza dopo l’addio di Renzi. Buio, buio, nerissimo buio.Ieri Conte è andato al Quirinale per dire a Mattarella che ora lui allarga la maggioranza. Trattando coi partiti, come si usa nelle democrazie? No, cercando qua e là un po’ di senatori ai quali promettere qualcosa. Una volta, pare, fece così Berlusconi (ma senza dichiararlo). Il senatore De Gregorio, che cambiò casacca, fu accusato dai Pm di corruzione. Berlusconi di concussione. Se quello fu reato, questo cos’è? Oltretutto non serve cercare le prove: Conte è andato a dirlo a Mattarella.Perciò abbiamo aperto il giornale con quei versi famosissimi di Leopardi: "Piangi, che ben hai donde, Italia mia…”. Stiamo andando a fondo. Abbiamo bisogno di un governo. Un governo vero, dico.Ci sono due grandi problemi aperti. Il primo, appunto, è l’assenza di un governo mentre la crisi morde. Il turismo ha subìto una perdita del 90 per cento. L’attività dei ristoranti sta morendo. La disoccupazione reale dilaga. È bancarotta. Il secondo problema è la questione morale. Vera, seria: la democrazia muore se viene trasformata in una bancarella con gli scampoli, e per di più questa attività di venditori è rivendicata. Altro che Tangentopoli.

Nessun commento:

Posta un commento