Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 19 gennaio 2021

Virus e crisi politica.Consumi a picco male anche a gennaio


La morsa dell'emergenza sanitaria non si allenta, con i consumi in frenata anche a dicembre che segna un calo dell'11% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, dopo il -16% di novembre, e il Pil di gennaio 2021 atteso in ribasso del 10,7% rispetto all'anno prima. Sono le indicazioni che arrivano dall'indice congiunturale di Confcommercio che segnala per l'intero anno un calo dell'indice dei consumi (Icc) del 14,7% e un calo complessivo effettivo dei consumi sul territorio del -10,8% con una differenza dovuta alla diversa composizione dell' Icc rispetto ai consumi di contabilità nazionale. «Il 2021 inizia più in salita del previsto» ed è «difficile immaginare il rimbalzo previsto dal Governo nei prossimi mesi» osserva il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. «Una situazione gravissima che rischia di peggiorare con la crisi politica in atto - puntualizza - Le imprese che sono allo stremo hanno bisogno di tre certezze: indennizzi immediati e commisurati alle perdite subite, regole chiare sulla riapertura delle loro attività, un progetto condiviso sull'utilizzo efficace del Recovery Plan». A certificare la gelata dei consumi degli italiani è anche il tonfo del 38,9% nel 2020 rispetto all'anno precedente calcolato dall'Osservatorio EY-Confimprese.

Nessun commento:

Posta un commento