Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 29 aprile 2021

Il colloquio con Draghi e la svolta decisa da Parigi

 


da IL CORRIERE DELLA SERA del 29 aprile 2021.

Le parole che molti italiani attendevano da decenni arrivano poche ore dopo gli arresti, quando una fonte dell’Eliseo spiega il senso della svolta: «È una presa di coscienza da parte della Francia, dopo anni di tentennamenti e anche di una certa compiacenza, della realtà storica dell’Italia, cioè il trauma costituito dagli anni di piombo, dalla serie di attentati, omicidi, rapimenti. Questo bisognava riconoscerlo, ed è questo atto coraggioso che il presidente ha deciso di compiere».

Il governo francese rompe con 40 anni di indulgenza nei confronti dei protagonisti della lotta armata in Italia, di sufficienza nei confronti della giustizia italiana, e di quell’assurdo clima culturale che faceva assimilare i brigatisti ad affascinanti combattenti della libertà, paragonabili ai rifugiati cileni in fuga dai torturatori di Pinochet. È un cambiamento storico ed è «un momento storico», dicono all’Eliseo, a proposito del livello delle relazioni franco-italiane, oggi ottime dopo gli scontri del primo governo Conte, quando il ministro Di Maio disse «non mollate!» ai gilet gialli che volevano rovesciare la presidenza francese.


Nessun commento:

Posta un commento