Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 29 agosto 2017

La conversione al neoliberismo della sinistra italiana





  Ce lo spiega bene Domenico De Masi:


Il capolavoro strategico del neoliberismo in Italia è rappresentato dalla progressiva conversione del Pci dal comunismo al liberismo ,pagando il prezzo della totale abiura ideologica pur di trasformarsi da partito di lotta in partito di governo a tutti i costi.La partita è stata giocata in quattro mosse e ha avuto come posta in gioco il cambiamento radicale del partito sia nel nome sia nell'ideologia,nel programma,nelle alleanze e nell'azione.
Da Gramsci a Berlinguer,passando per Togliatti,il Partito comunista italiano fa il punto di riferimento del proletariato,fedele all'idea democratica,sempre piu europeista e autonomo dall'Unione Sovietica.A partire dal 1991 il nome fu trasformato in Partito della Sinistra e il Pds,capeggiato da Achille Occhetto e Massimo D'Alema,viro' verso una socialdemocrazia che amava definirsi postcomunismo.Nel 1998 un nuovo cambio di nome: Democratici di Sinistra .Il Ds,capeggiato da D'Alema ,Veltroni e Fassino,si coloro' di "liberalismo sociale".A partire dal 2007 il nome mutò ancora una volta in Partito democratico e il Pd,capeggiato da Veltroni,Franceschini,Bersani ed Epifani,viro' ancora colorandosi ,oltre che di liberalismo sociale,anche di cristianesimo sociale.A questo punto il partito era pronto ad approdare ,sotto le mentite spoglie del Pd,in una formazione politica compiutamente liberista  che,secondo voci insistenti ,si sarebbe chiamata Partito della Nazione.Per compiere questa quarta e ultima mossa necessaria per dichiarare scacco matto al comunismo e alla socialdemocrazia è stato scelto Matteo Renzi che,in soli due anni ,ha fatto tutto il lavoro sporco:ha emarginato i sindacati,ha ridotto le tasse,ha avviato il condono dei capitali all'estero,ha rottamato Equitalia e cancellato molte sanzioni relative,ha impoverito il welfare ,ha abolito l'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori,ha distribuito a pioggia ,in chiave populista,alcuni sussidi destinati piu a procurare consensi che a incoraggiare i consumi ,ha cercato di modificare la Costituzione in senso piu accentratore.Intanto i poveri sono.raddoppiati ,i disoccupati sono leggermente diminuiti in coincidenza con alcuni incentivi finanziari alle imprese,i lavoratori hanno perso le garanzie dell'articolo 18.
Trattenendo nel partito la sempre piu esigua e innocua fazione socialdemocratica (Bersani,Cuperlo e Speranza),Renzi ha cercato di salvare la parvenza di sinistra  necessaria a nascondere e concludere la virata a destra.Nello stesso tempo ha sperato che la base sociale del partito si svuotasse dei proletari refrattari  sostituendoli con elettori borghesi in fuga dalla destra berlusconiana.

Nessun commento:

Posta un commento