Anglotedesco

Anglotedesco

mercoledì 30 gennaio 2019

STAMPA ESTERA.Sintesi su quello che pensa del governo gialloverde




In Italia i due vicepresidenti del consiglio Salvini e Di Maio,si stanno già scagliando contro i leader europei a cominciare dal presidente francese Emmanuel Macron,contro il quale si sono schierati esprimendo il loro sostegno al movimento dei gilet gialli.Non c'è da stupirsi quindi se i tentativi di alleanza tra i due partiti di governo italiani e i gilet gialli sono stati criticati duramente dal governo di Parigi.
La nuova legge sull'immigrazione e la sicurezza,approvata dal Consiglio dei Ministri a fine settembre, ha intaccato il diritto all'asilo e ha cancellato la protezione umanitaria comportando l'espulsione di molti migranti dai centri di accoglienza.Su questo fronte,però, sta nascendo un movimento di resistenza.I sindaci di molte città italiane,tra cui Palermo e Napoli,hanno dichiarato che non intendono applicare la legge perchè non rispetta i diritti dei migranti e rifugiati.Le tesi di Matteo Salvini è una pagliacciata.Ormai pattugliare le coste libiche è rimasta una sola nave di una Ong,la Sea Watch.E al momento quest'ultimo incidente si trova a diverse ore di navigazione dai naufraghi.Un'altra tesi di Salvini è che se chiudiamo i porti e impediamo le traversate non ci saranno più morti.Ma anche questa è pura propaganda,perchè stando ai numeri è vero al contrario.Luigi Di Maio,leader del movimento 5 stelle,a settembre aveva promesso che i provvedimenti del governo avrebbero  abolito la povertà.Il 17 gennaio non ha esitato a dichiarare che in Italia "è nato un nuovo stato sociale".Dopo settimane di trattative,il governo presieduto da Giuseppe Conte ha adottato due decreti legge:uno sul reddito di cittadinanza e uno sull'abbassamento dell'teà pensionabile.I due cavalli di battaglia della coalizione;il primo voluto dai 5 stelle il secondo dalla Lega."Questo governo mantiene le promesse",ha detto Conte.Saranno stanziati 11 miliardi di euro:7 miliardi per il reddito di cittadinanza e 4 per le pensioni.Inizialmente i 5 stelle avevano proposto un reddito universale per tutti i cittadini,"in nome dei diritto all'esistenza",Beppe Grillo spiegava:"Si deve avere un reddito dalla nascita alla morte.Se vuoi lavorare lavori, se non vuoi lavorare non lavori".Arrivato al governo,il M5S ha corretto al ribasso il suo progetto,per questioni o bilancio, ma anche per la resistenza della Lega,che teme un'assistenzialismo destinato sopratutto all'Italia meridionale (roccaforte elettorale dei Cinquestelle) pagato dalle regioni più produttive del mondo.

Nessun commento:

Posta un commento