Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 6 agosto 2019

Il pericolo ebola

Risultati immagini per ebola congo

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato un'emergenza internazionale a causa dell'epidemia di ebola in corso dal 2018 nella Repubblica Democratica del Congo.La decisione è dovuta al fatto che casi di ebola sono stati registrati a Goma,una città con un milione di abitanti ,e nel vicino Uganda.La zona colpita si estende ormai per un raggio di 500 km.L'epidemia è esplosa di nuovo in zone in cui sembrava sotto controllo.Non c'è tempo da perdere.La comunità internazionale deve adottare subito misure di contenimento più incisive e applicare le lezioni dell'epidemia che tra il 2014 e il 2016 ha provocato più di 11.000 morti in Africa occidentale.In quel caso i paesi ricchi avevano agito solo quando alcune persone infette erano arrivate in Europa e Stati Uniti.Se si fossero mossi prima,il conto delle vittime sarebbe stato inferiore.
E' fondamentale coinvolgere le comunità locali.Oggi sono disponibili cure più efficaci compreso un vaccino sperimentale.Ma ci sono anche molti ostacoli.Nella zona è in corso un conflitto che coinvolge più di cento gruppi armati.La disinformazione alimenta l'ostilità della popolazione locale.Sono già state registrate 174 aggressioni contro il personale sanitario,con varie vittime.
Secondo l'Onu un caso di ebola su quattro non viene rilevato in tempo.In un paese dove 13 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria,colpito anche da un'epidemia di morbillo con 80.000 casi e 1.500 vittime,il sistema sanitario è al collasso.La situazione potrebbe precipitare se gli stati vicini decidessero di chiudere le frontiere.L'Oms non lo ha chiesto,perchè potrebbe essere controproducente oltre a penalizzare l'economia,spingerebbe le persone a usare strade non controllate.Gli aiuti non bastano,e finora è arrivata solo la metà di quelli promessi.Evidentemente i governi non sono consapevoli di quanto sia importante intervenire per tempo.

Nessun commento:

Posta un commento