Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 5 agosto 2019

Il sistema economico globale spiegato ai ragazzi del liceo

Risultati immagini per FMI

Il sistema economico globale ha dimostrato di essere molto instabile e probabilmente il Fondo Monetario Internazionale ,istituito per aiutare a stabilizzare l'ecopnomia globale e per fornire finanziamenti in grado di consentire ai governi di attuare politiche fiscali anticicliche,ha favorito delle procedure che hanno causato inutili difficoltà.
L'FMI non è riuscito ad affrontare i problemi legati ai fallimenti del mercato e ha incoraggiato politiche come la liberalizzazione del mercato dei capitali che notoriamente provocano un aumento dell'instabilità senza migliorare la crescita.Osservando il sistema finanziario con attenzione si può notare che il Paese più ricco del mondo sembra non aver modo di vivere con i propri mezzi e prende in prestito circa 500 miliardi di dollari l'anno (il 5% del suo Pil) dall'estero.Quasi la metà di questi prestiti provengono da Paesi poveri in via di sviluppo.In base alla teoria economica standart i ricchi dovrebbero aiutare i poveri ma il realtà avviene il contrario.
Parte del problema dipende dal sistema di riserva globale,che richiede ai governi di mettere da parte del denaro per eventuali emergenze.Il più delle volte per le riserve si sceglie una valuta forte,di solito il dollaro.Questo implica che i Paesi poveri, ogni anno girano somme importanti agli Usa.La liberazione del mercato dei capitali ,che consente a qualsiasi impresa in qualsiasi paese di contrastare prestiti altissimi ha aggravato il problema.I requisiti prudenziali prevedono che ogni Paese abbia una riserva di denaro pari alle proprie passività a breve termine denominate in valuta estera:questo significa che se un'impresa di un Paese prende in prestito a breve termine 100 milioni di dollari da una banca statunitense il governo di quel Paese deve accantonare 100 milioni di dollari agli Stati Uniti.Al netto,il Paese non riceve nulla,ma deve pagare il 15% mentre riceve soilo il 2%.C'è un trasferimento netto agli Stati Uniti di 16 milioni di dollari l'anno.
Questo sistema avvantaggia quindi gli Usa,ma fa soffrire i Paesi in via di sviluppo.Ci sono riforme che potrebbero affrontare questi problemi,compresa un'emissione annuale di DSP (valuta globale),che potrebbe essere utilizzata per finanziare lo sviluppo e altri beni pubblici globali.Gli Stati Uniti potrebbero esserne indirettamente svantaggiati (non trarrebbero più gli stessi vantaggi dell'essere la principale valuta di riserva globale),ma il sistema finanziario mondiale raggiungerebbe una maggiore stabilità.In ogni caso è sbagliato che gli Stati Uniti mettano i proprio interessi davanti a quelli di chi soffre per il sistema attualmente in vigore.

Nessun commento:

Posta un commento