Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 16 novembre 2020

Nel mirino degli hacker le aziende che producono il siero anti-virus



Dopo gli attacchi informatici all'Oms e agli ospedali di diversi Paesi, escalation del cybercrime nella seconda ondata della pandemia con gli hacker che prendono di mira la ricerca sui vaccini anti-Covid. L'allarme è lanciato da Microsoft: rivela che hacker di Russia e Corea del Nord hanno tentato di entrare nella rete di sette aziende farmaceutiche coinvolte negli sforzi per lo sviluppo del vaccino contro il coronavirus. Allerta già lanciata mesi fa dall'Fbi. Dietro questi attacchi ci sarebbero tre gruppi di cybercriminali. Il primo è russo, conosciuto come Apt28 o Fancy Bear, già accusato di una serie di attacchi contro media e imprese e anche per le operazioni di disinformazione nel periodo precedente le presidenziali del 2016. Gli altri due hanno matrice nordcoreana: uno è il Lazarus Group, già accusato dell'hacking di Sony nel 2016 e dell'attacco ransomware WannaCry 2017, epidemia tecnologica che bloccò i pc di mezzo mondo.

Nessun commento:

Posta un commento