Anglotedesco

Anglotedesco

giovedì 31 dicembre 2020

Ancora molte vittime ma calano i ricoveri


da IL CORRIERE DELLA SERA del 31 dicembre 2020.Mariolina Iossa

Con 16.202 nuovi casi, in aumento sul bollettino di martedì, quando erano stati 11.224, a fronte tuttavia di oltre 40 mila tamponi in più in un giorno, il tasso di positività cresce ma rimane sostanzialmente stabile, siamo al 9,6%; il giorno prima 8,7%.Le vittime sono ancora troppe per poter dire che siamo in una fase discendente, i deceduti sono 575, il giorno prima erano di più, 659, ma quasi 600 morti in un giorno resta una cifra troppo alta.Questa seconda ondata è più drammatica della prima. Lo sancisce un report speciale di Altems, l’Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari della Cattolica di Roma: il numero di casi di Covid nella seconda ondata nel giorno di picco massimo è stato 6 volte superiore ai casi registrati nel giorno di picco della prima ondata. I decessi oltre 36 mila; nella prima ondata 29 mila.Calano nelle ultime 24 ore le terapie intensive e i ricoveri: 21 posti letto occupati in meno in rianimazione, 96 nei reparti ordinari. E che stia diminuendo lo stress sul sistema sanitario lo certifica anche l’Agenas, l’agenzia per i servizi sanitari regionali del ministero della Salute: le terapie intensive calano e sono ora «sulla» soglia di allarme del 30% e non più sopra come è stato finora. Sotto l’allerta del 40% i posti occupati nei reparti Covid ordinari.Secondo un rapporto IstatIstituto superiore di Sanità nel periodo febbraio-novembre 2020 sono deceduti circa 84mila morti in più rispetto alla media dei quattro anni precedenti 2015-2019 nello stesso arco temporale.È sempre il Veneto, da molti giorni ormai, la regione con il maggior numero di morti giornalieri, ieri 112, seguita da Lombardia (80), Emilia Romagna (69) e Lazio (66).La Lombardia resta comunque la regione più colpita in assoluto: delle 73.604 vittime, 25 mila sono lombarde, più di un terzo di tutti i morti nel Paese dall’inizio dell’epidemia.

Nessun commento:

Posta un commento