Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 27 dicembre 2020

Primo sì alla manovra da 40 miliardi


di Paolo Baroni 

Primo via libera della Camera alla Legge di Bilancio 2021, una manovra da 40 miliardi di euro che oggi approdata praticamente blindata al Senato che a sua volta dovrà ratificarla in tempi record e senza modifiche entro la fine dell'anno.Ricco il pacchetto di misure messe in campo che vanno dall'introduzione dell'assegno unico, all'avvio della riforma fiscale, dall'azzeramento dei contributi per l'assunzione di giovani agli sgravi per il lavoro al Sud. E' poi previsto il prolungamento della cig Covid ed il blocco dei licenziamenti sino a marzo e nuovi sostegni alle imprese e ai lavoratori colpiti dalla crisi. Bonus vecchi e nuovi Tra nuovi interventi, rifinanziamenti e conferme di misure già in essere, è particolarmente ricco il pacchetto dei bonus, una dozzina in tutto. Il più ricco è il superbonus del 110% che viene prorogato sino a fine 2022. Il bonus auto viene prolungato di un altro anno e viene esteso anche alle vetture euro 6 ed ai veicoli commerciali. E poi ci sono il bonus smartphone (kit digitalizzazione), la conferma dello sconto di 50 euro per l'acquisto di nuovi televisori (tecnologia DVB-T2), del bonus mobili (col tetto che sale da 10 a 16 mila euro), di quello per i diciottenni, del bonus bici (esteso anche alle cargo bike), del bonus bebé e di quello per gli studenti fuorisede. Tra le novità, il bonus idrico (mille euro per sostituire rubinetti, di docce e sanitari), il bonus occhiali (voucher di 50 euro per chi ha un Isee sotto 10 mila euro) ed il bonus chef, con credito di imposta del 40% sull'acquisto di utensili, apparecchiature e per corsi di aggiornamento professionale per cuochi e addetti di ristoranti e alberghi.Altri interventi riguardano la tutela della salute e la lotta al Covid a cui vengono destinati oltre 4 miliardi con la conferma anche per il 2021 di 30.000 fra medici e infermieri assunti a tempo determinato per l'emergenza e l'assunzione (sempre a tempo) di 3 mila medici e 12 mila infermieri che si occuperanno di vaccinazioni. Imprese e innovazione Viene poi prorogata la moratoria sui mutui e le garanzie pubbliche del Fondo garanzia Pmi e di Sace mentre per l'internazionalizzazione delle imprese vengono stanziati 1,5 miliardi. Prorogate anche la nuova Sabatini e le misure per la ripatrimonializzazione delle pmi e quindi viene rafforzata Transizione 4.0 a cui in totale anche grazie al Recovery fund andranno 23 miliardi. Con 5 miliardi viene rifinanziata la cassa Covid per chi ha subito perdite oltre una certa soglia. Tra gli altri interventi 400 milioni vengono destinati ad aumentare la dotazione per il rinnovo dei contratti della pubblica amministrazione mentre a favore di scuola ed università viene previsto un finanziamenti in più anni pari a 6,1 miliardi: 1,2 miliardi a regime serviranno ad assumere 25.000 insegnanti di sostegno, mentre 2,4 miliardi andranno all'edilizia universitaria ed ai progetti di ricerca e 1,5 miliardi all'edilizia scolastica, 500 milioni di euro al diritto allo studio ed altri 500 alle università. Ieri prima delle votazione finale l'aula della Camera ha vagliato una raffica di ordini del giorno: tra i tanti, approvato quasi all'unanimità quello di Fdi che assegna risorse e poteri a Roma Capitale, mentre è stato respinto quello di Leu che riproponeva l'introduzione di una patrimoniale. Senza storia il voto finale: la legge di bilancio è stata approvata con sì , no e astenuti.

Nessun commento:

Posta un commento