Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 18 dicembre 2020

Stop a contributi e aiuti ai genitori.Tappe forzate per la Manovra


di Paolo Baroni 

Accordata la seconda fiducia al governo sul maxi-decreto "Ristori" la Camera ieri si è messa a lavorare pancia a terra sulla legge di Bilancio con l'obiettivo di approdare lunedì in aula. Da Bruxelles, intanto, arrivano buone notizie per l'Italia: ieri Parlamento e Consiglio hanno infatti sbloccato definitivamente il piano "Next generation Eu" che destina all'Italia 209 miliardi, ma soprattutto al nostro Paese fa gioco l'aumento dal 10 al 13% del cosiddetto pre-finanziamento che stando al ministro dell'Economia Gualtieri per noi si traduce in 6 miliardi di più a disposizione nel 2021. 

Le ultime novità 

Ricco il primo pacchetto di emendamenti concordati da governo e maggioranza arrivati intanto ieri al vaglio della Commissione Bilancio che lavorerà ad oltranza. Tra gli interventi di maggior peso il miliardo di euro stanziato per esonerare dal pagamento dei contributi previdenziali lavoratori autonomi e professionisti, i 500 milioni destinati al comparto aeroportuale, i 240 milioni in più destinati agli incentivi auto e i 100 milioni per i danni causati dalle alluvioni del 2019-2020. Arrivano poi misure a favore dei genitori, col congedo per i padri che sale a 7 a 10 giorni, un bonus mensile 500 euro per un anno per servizi di baby sitting o prestazioni di lavoro domestico per le neo mamme sotto i 35 mila euro di reddito) ed aiutarle cosi a rientrare al lavoro conciliando tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia, ed un «kit digitale» per le famiglie meno abbienti. 

Autonomi e partite Iva 

È sperimentale, e per ora varrà sino al 2023, ma segna una svolta sul fronte degli ammortizzatori sociali la decisione di introdurre l'Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro), che sarà erogata dall'Inps a favore dei titolari di partita Iva che nell'anno precedente alla richiesta hanno avuto un reddito inferiore a 8.145 euro e che registrano un calo di fatturato di almeno il 50% rispetto al triennio precedente. L'indennità vale sei mesi vale da un minino di 250 ad un massimo di 800 euro mensili. A questo intervento si aggiunge poi l'esonero dal versamento dei contributi per tutto il 2021 per professionisti e autonomi danneggiati dalla pandemia. 

Tasse sospese e rinviate 

Sul fronte delle tasse la sugar tax viene fatta slittare al 2022, quindi viene cancellata la prima rata Imu del 2021 a carico di turismo il comparto del turismo e dello spettacolo. Stop per due mesi ai versamenti di Iva, tasse e contributi per federazioni enti e società sportive a seguire possibile saldare in 24 rate. 

Pacchetto Sanità/Covid 

Nel campo della sanità previsti tre distinti interventi: uno stanziamento di 100 milioni di euro per introdurre una indennità a favore del personale sanitario e sociosanitario del Servizio sanitario nazionale, quindi la cancellazione dell'Iva sui vaccini Covid ed i kit diagnostici ed un piano di assunzioni a tempo (9 mesi dal primo gennaio 2021) per avviare il piano straordinario delle vaccinazioni che interesserà 3 mila medici e 12mila tra infermieri e personale sanitario. 

Straordinari polizia 

Arrivano risorse aggiuntive per pagare gli straordinari e le indennità di gennaio 2021 alle forze di polizia a cui andranno (52,2 milioni di euro, ai vigili del fuoco (2,6 milioni) ed alla Polizia penitenziaria (1,4 milioni) chiamate a maggiori compiti connessi all'emergenza in corso. 

Settore aereo 

Infine per compensare i danni subiti dal comparto aereo vengono stanziati 500 milioni: 450 a favore dei gestori aeroportuali e 50 per le società che prestano servizi aeroportuali e assistenza a terra. Inoltre è previsto che il Fondo di solidarietà del trasporto aereo possa erogare anche cassa integrazione in deroga. 

Nessun commento:

Posta un commento