Anglotedesco

Anglotedesco

sabato 19 dicembre 2020

"Umiliati e al buio".Tornano i 18 pescatori





Per via della mascherina, la felicità di Rosetta Ingargiola, 74 anni, è tutta negli occhi. Le parole non servono, adesso pensa a riabbracciare suo figlio Pietro Marrone, comandante del peschereccio Medinea, che ha sentito per telefono. Apre le braccia e dice: «Voglio abbracciarlo. È passato troppo tempo. A casa troverà il presepe e preparo anche l'albero di Natale». Umiliati, costretti a vivere in quattro prigioni, una delle quali al buio: Pietro l'ha riferito all'armatore Marco Marrone durante la telefonata di ieri, mentre era in navigazione. I marinai non hanno subito violenze, rassicura il comandante, ma il loro stato di sconforto e prostrazione è evidente nelle parole di Marrone. Le due barche, scortate da una nave della Marina, arriveranno a Mazara del Vallo domani, verso ora di pranzo. I 18 marinai faranno il tampone rapido e il molecolare. In mano ai libici dall'1 settembre scorso, i pescatori mazaresi, quasi la metà degli equipaggi, metteranno piede in Sicilia dopo 110 giorni. 

Nessun commento:

Posta un commento