Anglotedesco

Anglotedesco

martedì 23 febbraio 2021

Pressing per Conte a capo del Movimento 5 Stelle

 


di Alessandro Di Matteo 

Adesso sono in parecchi a chiedere di affidare il Movimento 5stelle a Giuseppe Conte, sono diversi gli esponenti pentastellati che escono allo scoperto per proporre di mettere l'ex premier a capo del Movimento, anche se il diretto interessato per ora sembra voler aspettare l'insediamento del nuovo comitato direttivo.Il tutto avviene mentre una parte degli espulsi si organizza in Parlamento con tanto di nome e simbolo, "L'alternativa c'è". Non ancora gruppi parlamentari veri e propri, per ora si tratta solo di "componenti" all'interno dei gruppi misti di Camera e Senato, perché i numeri ancora non bastano, ma di fatto il primo embrione di una sorta di "partito degli ex". In tutto sono 13 deputati e 6 senatori, al momento, ad avere scelto di organizzarsi in "L'alternativa c'è", ma Pino Cabras si dice convinto che altri arriveranno: «Confidiamo nella possibilità di dar vita a un gruppo in pochi giorni». A Montecitorio ne servono venti per costituire un gruppo autonomo, al Senato dieci. A Palazzo Madama, però, bisogna anche legarsi ad un simbolo che era presente alle ultime elezioni e l'aiuto arriverà da Italia dei valori, come ha spiegato il segretario Ignazio Messina. Gli altri "ribelli" cacciati per ora preferiscono lottare dall'interno. «Io mi sento solo del Movimento 5 Stelle», dice Nicola Morra. «Io sono un tessitore e un ottimista. Spero ancora che questa vicenda possa finire con un abbraccio». Ma per Morra «l'abbraccio» deve essere incoraggiato da un «voto degli iscritti», mentre per ora l'eventuale ricorso può attendere. Altri espulsi, però si stanno già muovendo, Elio Lannutti avrebbe incaricato l'avvocato Daniele Granara di procedere contro il Movimento e già oggi dovrebbe esserci un incontro con alcuni degli espulsi. Chi non ha dubbi su Conte è Paola Taverna, la vice-presidente del Senato lo dice in una intervista al Fatto quotidiano: «Conte per me potrebbe anche essere un ottimo capo politico, da solo o affiancato da una segreteria». Anche Riccardo Ricciardi, vice-presidente dei deputati M5s, dice a Repubblica che per l'ex premier ci vuole un «ruolo centrale». Conte, però, al momento tace e prepara la lectio magistralis con la quale venerdì prossimo riprenderà a Firenze la sua attività da docente universitario. 

Nessun commento:

Posta un commento