Anglotedesco

Anglotedesco

venerdì 30 aprile 2021

Il gioielliere e i banditi uccisi :«A rischio la vita, la mia o la loro»

 


da IL CORRIERE DELLA SERA del 30 aprile 2021.Andrea Pasqualetto Massenzio

«Ho dovuto scegliere tra la mia vita e la loro». Così Mario Roggero, il gioielliere che ha sparato e ucciso due rapinatori e ferito un terzo bandito. È indagato per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa.

«Ho visto GRINZANE CAVOUR uno dei banditi che picchiava il gioielliere vicino al negozio. Poi ho sentito due colpi e quell’uomo si è accasciato al centro della strada».

La testimonianza di Giordana Ristova, una delle due titolari del market di via Garibaldi, di fronte alla gioielleria di Grinzane Cavour, getta una nuova luce sulla tragica rapina di mercoledì. Mario Roggero avrebbe sparato almeno due proiettili fuori dal negozio, anche se la commerciante dice di non aver visto il revolver e aver sentito prima un altro colpo. Il suo racconto andrà verificato dal Procuratore di Asti Alberto Perduca, che ha indagato il gioielliere per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa.

Un atto dovuto, fanno sapere dalla Procura, mentre i carabinieri cercano di ricostruire la dinamica dell’assalto messo a segno dal torinese Giuseppe Mazzarino, 58 anni, Andrea Spinelli, 45, di Bra e Alessandro Modica, 34enne di Alba, vecchie conoscenze delle forze dell’ordine. Spinelli e Mazzarino sarebbero entrati in negozio fingendosi clienti e costringendo la moglie di Roggero, Mariangela e la figlia Laura ad aprire la cassaforte e consegnare due contenitori di gioielli. Le minacciano con un coltello e una pistola giocattolo senza tappo rosso: Mariangela è colpita con un pugno, Laura legata. Le urla fanno accorrere dal laboratorio il gioielliere, che finge di consegnare l’incasso e prende il revolver: 4 spari, 3 colpi a segno, uno sul finestrino dell’auto dei banditi. A terra restano Spinelli e Mazzarino, Modica ferito al ginocchio fugge e raggiunge, con l’aiuto di un amico che potrebbe rispondere di favoreggiamento, l’ospedale di Savigliano. È ricoverato in stato di fermo, oggi l’udienza di convalida: le sue parole e le telecamere possono fare chiarezza.

Furti

Erano stati quelli denunciati dalle gioiellerie del nostro Paese nel 2018: i dati dell’anno successivo mostrano un calo del 39,1 per cento

Per cento

La quota dei furti nelle gioiellerie italiane nel 2019 sul totale di quelli denunciati da esercizi commerciali, locali pubblici, farmacie, banche, tabaccherie e uffici postali

Nessun commento:

Posta un commento