Anglotedesco

Anglotedesco

domenica 30 maggio 2021

Così si torna alla normalità



di Luca Rossi

Si avvicina il passaggio in zona bianca per Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise, fissato per domani, mentre le Regioni hanno aggiornato le linee guida per la riapertura delle attività e segnalano che «un'elevata adesione alla campagna vaccinale determinerà le condizioni immunitarie di protezione dallo sviluppo di patologia grave e di infezione sia dei lavoratori sia degli utenti delle attività, contribuendo a evitare che si ripresentino le condizioni che hanno portato alle restrizioni nel corso degli ultimi 15-16 mesi». 

VACCINATO UNO SU CINQUE

Secondo l'ultimo aggiornamento del report vaccini, sono oltre 33 milioni e 770mila le somministrazioni, con 11.596.495 nostri connazionali immunizzati, cioè il 19, 57 per cento della popolazione. E nella giornata di venerdì è arrivato un altro record con 570.950 iniezioni in un giorno. Insomma, il piano procede ad ampie falcate ed entro domani è previsto l'ok dell'Agenzia per i farmaci alle dosi ai ragazzi fra 12 e 15 anni. 

IERI 83 MORTI

Intanto, il bollettino del ministero della Salute dà un altro segnale di speranza nell'ottica della ripartenza, con 3. 351 nuovi casi di coronavirus e 83 morti nelle ultime ventiquattro ore. In virtù di questo aggiornamento, supera quota 126mila (126.002) il totale dei decessi legati al Covid e 4.213.055 contagi dall'inizio della pandemia. Il tasso di positività, con 247.330 tamponi fra molecolari e antigenici rapidi, scende all'1,35 per cento. E continua il calo dei ricoveri su entrambi i fronti di interesse. In area non critica, ammontano a 392 in meno nelle ultime 24 ore i posti pieni, 6.800 nei reparti di tutta Italia. Nel frattempo prosegue anche la discesa dei pazienti in terapia intensiva, giù di 47 unità rispetto a venerdì. Sono ora 1. 095 i letti occupati in rianimazione. Gli attuali positivi sono 241.996 (-4.304 nelle ultime ventiquattro ore).

ADDIO AL COPRIFUOCO

Fra le Regioni pronte a entrare in zona bianca, in cui si dirà addio al coprifuoco, c'è il Friuli Venezia Giulia. Alla firma c'è un'ordinanza del presidente Massimiliano Fedriga che porterà alla riapertura di molte attività sia al chiuso che all'aperto, come ristoranti, parchi tematici e di divertimento, anche temporanei, piscine e centri natatori in impianti coperti. E ancora: centri benessere e termali, feste per i matrimoni, fiere, sale giochi e centri culturali, centri di formazione.

IL TURISMO è RIPARTITO

Intanto, anche per il turismo si vede la luce in fondo al tunnel. «Abbiamo riaperto il 13 maggio e siamo decisamente soddisfatti, vediamo una gran voglia di ripartire, sempre nel rispetto delle regole e in sicurezza. Abbiamo un'ottima occupazione, soprattutto nel weekend, e un buon bacino di utenza europeo, soprattutto da Austria, Svizzera, Francia e Italia», confessa Luana Mazzega, manager dell'Hotel Belmond Cipriani di Venezia. 

Nessun commento:

Posta un commento