Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 17 maggio 2021

La variante indiana inizia a spaventare la Gran Bretagna

 


Il governo britannico è fiducioso riguardo all'efficacia dei vaccini anti Covid anche contro la variante indiana. Lo fa sapere in vista delle riaperture programmate per i prossimi giorni dopo il successo della campagna di vaccinazioni e la riduzione di nuovi contagi e ricoveri. Il numero di contagi attribuiti alla variante indiana nel Regno Unito è più che raddoppiato in una settimana fino a toccare 1.313, soprattutto concentrati a Londra e nel Nord del Paese, secondo i dati delle autorità sanitarie. Chi ha avuto entrambe le dosi, ha spiegato in un'intervista alla Bbc il ministro della Salute Matt Hancock, secondo gli ultimi studi dovrebbe essere protetto contro le varianti. Proprio per far fronte al rischio di una nuova diffusione a causa della variante, «chiaramente più contagiosa» secondo Hancock, è stato comunque deciso di ridurre a un massimo di otto settimane l'intervallo fra le due dosi per le persone di oltre cinquant'anni e i più vulnerabili. Il ministro della Salute britannico ha anche affermato che la variante del coronavirus a rapida diffusione identificata per la prima volta in India potrebbe diventare il ceppo dominante nel Regno Unito. I funzionari sanitari stanno conducendo test porta a porta in diverse aree del Paese nel tentativo di frenarne la diffusione. Il timore è che, se la variante risultasse in grado di non farsi contrastare adeguatamente dal vaccino, il governo potrebbe essere costretto a interrompere i piani di riapertura del Regno Unito.L'aumento delle vaccinazioni nelle regioni chiave inizierà a breve. Hancock ha spiegato che il nuovo ceppo, noto come B.1.617.2, è più trasmissibile del ceppo dominante del Regno Unito. «È probabile che diventerà la variante dominante», ha detto alla Bbc. Hancock ha poi sottolineato che gli scienziati hanno un «alto grado di fiducia» sul fatto che i vaccini attuali funzionino contro la nuova variante e che non ci sono prove che causi una malattia più grave.Il governo britannico ha infine affermato che lunedì andrà avanti con i piani per allentare le restrizioni di blocco. Le persone in Inghilterra potranno mangiare un pasto al ristorante o bere una birra al chiuso, andare al cinema e far visita ad amici e parenti a casa per la prima volta da mesi. Il primo ministro Boris Johnson ha però avvertito che se la variante dovesse provocare un forte aumento dei casi, i piani di revoca di tutte le restanti restrizioni entro il 21 giugno potrebbero naufragare.Insomma per la Gran Bretagna, che in questo momento sembra il Paese del vecchio continente più esposto alla diffusione della variante indiana, i prossimi saranno giorni decisivi per capire se l'uscita definitiva dal tunnel della pandemia dovrà essere rimandata. 

Nessun commento:

Posta un commento