Anglotedesco

Anglotedesco

lunedì 31 maggio 2021

MICHELE EMILIANO:"Ora il governo deve decidere il destino di questi impianti"

 



Parla di una sentenza di svolta presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano: «La giustizia ha finalmente fatto il suo corso accertando che i cittadini di Taranto hanno dovuto subire danni gravissimi da parte della gestione Ilva facente capo alla famiglia Riva. La sentenza è un punto di non ritorno che deve essere la guida per le decisioni che il Governo deve prendere con urgenza sul destino degli impianti». E ha aggiunto che «i delitti commessi sono assimilabili a reati di omicidio e strage, non a caso di competenza della Corte d'Assise al pari di quelli per i quali è intervenuta la pesantissima condanna».Cauto il commento del ministro dello sviluppo economico Michele Giorgetti: «Rispettiamo la sentenza, manca la pronuncia del Consiglio di Stato per avere il polso della situazione - ha detto -. A quel punto sarà possibile capire in che quadro giuridico lo Stato, in qualità di azionista, potrà operare. Servono certezze per dare una prospettiva di crescita e sviluppo a Ilva e all'acciaio in Italia»È invece furioso l'ex presidente della Puglia, Nichi Vendola, condannato per concussione: «Mi ribello a una giustizia che calpesta la verità. È come vivere in un mondo capovolto, dove chi ha operato per il bene di Taranto, viene condannato senza ombra di una prova». Sono parole piene di amarezza e incredulità, quelle di Vendola, che parla di una «giustizia profondamente malata che ha offerto a Taranto non dei colpevoli, ma agnelli sacrificali». Vendola annuncia che «contro questa carneficina del diritto e della verità» è pronto a combattere.

Nessun commento:

Posta un commento