Anglotedesco

Anglotedesco

sabato 15 maggio 2021

Più risorse a fondo perduto Bonus vacanze anche in agenzia



da IL CORRIERE DELLA SERA del 15 maggio 2021.Andrea Ducci

 Le norme per l’occupazione costituiscono il pacchetto di interventi più corposo in predicato di entrare nel decreto Sostegni bis. Il provvedimento con misure per complessivi circa 40 miliardi è in via di rielaborazione definitiva da parte del governo, con l’obiettivo di votarne l’approvazione in consiglio dei Ministri entro metà della prossima settimana. Il fronte del lavoro con le misure aggiuntive per la salvaguardia dell’occupazione, alla luce delle scadenze relative al blocco dei licenziamenti e degli ammortizzatori sociali, resta tuttora da definire. Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, lunedì scorso, in occasione del vertice con il premier Draghi, ha prospettato un elenco di interventi, che tuttavia per sua stessa ammissione potrebbero essere accolti solo in parte nel Sostegni bis (restano da individuare le coperture). In sintesi, nel pacchetto figurano i «contratti di rioccupazione» (con sgravi al 100% per le imprese sui contributi di un semestre), i contratti di solidarietà, gli sgravi ad hoc per il settore del commercio e del turismo, i contratti di espansione potenziati e, infine, la proroga di 6 mesi della cassa integrazione per cessata attività.

Oltre al lavoro tra le urgenze c’è il destino dell’ex Alitalia: allo studio c’è una norma da inserire nel decreto per stanziare subito 800 milioni da assegnare alla newco Ita per garantire l’operatività del vettore. Una scelta dovuta al protrarsi del negoziato tra il ministro dell’Economia, Daniele Franco, e Bruxelles per il via libera sul perimetro operativo e le prerogative della nuova compagnia. Nell’ottobre scorso un decreto interministeriale per la costituzione di Ita ha previsto, del resto, un Fondo presso il ministero dell’Economia con 3 miliardi di dotazione, ma solo 20 milioni sono stati erogati come capitale sociale iniziale.

Pare risolta, intanto, la partita per la nuova base di calcolo per i contributi a fondo perduto.

Le imprese e le partite iva danneggiate dalla pandemia avranno, come suggerito dal ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, la possibilità di optare tra i ristori a fondo perduto automatici (in base alla perdita di fatturato) e un calcolo, che tenga conto dei costi fissi e dei risultati d’esercizio, così, una volta approvati i bilanci, un meccanismo perequativo parametrato all’andamento dell’attività farà scattare l’indennizzo. Giorgetti ha, inoltre, annunciato un’agevolazione, tramite credito d’imposta, per il settore tessile, per far fronte alla mole di rimanenze di magazzino accumulate durante la pandemia.

La possibilità di cedere i crediti di imposta, relativi agli investimenti del piano Transizione 4.0, ha spinto il M5S a farsi di nuovo sotto con una mozione per ripristinare la misura, dopo che è stata bocciata dalla Ragioneria generale dello Stato, durante l’esame del primo decreto Sostegni. Allo studio c’è poi il potenziamento del bonus vacanze, il voucher introdotto l’estate scorsa per spese relative a soggiorni in hotel e strutture ricettive, riservato alle famiglie con Isee sotto i 40 mila euro. L’idea è di estendere l’utilizzo del bonus, consentendone la cessione direttamente alle agenzie di viaggi e ai tour operator. Sul fronte vaccini una norma in via di definizione potrebbe rendere «più veloce» lo sviluppo e la riconversione del settore biomedicale, con l’obiettivo di accelerare la realizzazione di antivirus.

Alla vigilia dell’ennesima manovra in deficit l’aggiornamento di Bankitalia sui conti pubblici segnala nel mese di marzo il nuovo record marzo per il debito pubblico. Rispetto al mese precedente la crescita è di 6,9 miliardi, con un dato complessivo che raggiunge quota 2.650 miliardi. Tra gli effetti il rialzo dello spread tra Btp e Bund. Al termine degli scambi di ieri il differenziale di rendimento tra titoli italiani e tedeschi si è attestato a 119 punti base, due giorni fa era a quota 117.

Nessun commento:

Posta un commento